fiction, graphic novel, letture del mese, mystery, teen young, wrap up, young adult

Letture di ottobre [Wrap up]

Buongiorno ragazzini! In un grigio pomeriggio novembrino, ho deciso di combattere il sonno tremendo che mi abbassa le palpebre parlandovi delle mie letture del mese. Finalmente, l’autunno sembra essersi deciso ad arrivare – come dimostra il fatto che stamattina sono tornata indietro a prendere il cappello – e ciò vuol dire che mi chiuderò in casa abbandonando la poca vita sociale che avevo per rintanarmi sono il plaid e girare pagina dopo pagina al lume di una candela (ma con una luce accesa perché la candela profuma ma non è che rischiara tanto). Questo mese ho letto un totale di sei libri, non male folks, non male.

Stats:

Generi: 2 libri di fiction, 2 graphic novel, 2 young adult

Pagine totali: 1734 pagine

Il verdetto dei dodici, Raymond Postgate – L’edizione è una bellissima ristampa della collana “I Bassotti” della Polillo Editore (casa editrice che amo particolarmente per aver riportato in auge in una nuova veste grafica il meglio di Jeeves!) Il verdetto dei dodici è una giallo giudiziario storico – la prima edizione risale infatti al 1940 ed è così famoso e apprezzato da essere inserito praticamente in una qualsiasi collection di crime che possa capitarvi per mano. Un bambino affidato alle cure di una zia ipocondriaca e non proprio simpatica, viene ritrovato morto. I sospetti ricadono immediatamente sulla suddetta zia che viene arrestata. Il processo viene sviscerato e visto con gli occhi dei dodici giurati – ognuno con una storia molto particolare alle spalle – su cui l’autore si sofferma abbastanza da lasciarci il tempo di riflettere su ciò che accomuna il giurato all’accusata, in cosa si discosta da lei e il perché della sua decisione finale. Mi è piaciuto abbastanza, ma non mi ha fatto impazzire. Non è uno di quei gialli che ti tengono incollata alle pagine, come potrebbe esserlo un Agatha Christie o una Elizabeth George, per intenderci.

Ladro di sogni, Maggie Stiefvater – Secondo capitolo della saga The Raven Cicle, a cui mi sto appassionando moltissimo. Credo che la Stiefvater sia una delle poche in grado di rendere uno young adult entusiasmante e intrigante con i suoi elementi magici e mitologici. Se avete letto questa saga, sapete già quanto lo stile dell’autrice sia fluido e incalzante. Questo volume si concentra molto su Ronan e la sua abilità di sognatore, ma il corredo di personaggi continua ad essere sensazionale e l’ambientazione è semplicemente spettacolare. Continuo a consigliarvela e mi dispiace non potervi dire di più, ma essere il secondo volume di una serie rischierei di incappare in spoiler involontari e non mi va di rovinarvi la festa.

Fair play, Tove Jansson – Qui parliamo di letteratura finlandese che la Iperborea si sta prodigando di diffondere da secoli. Se non ho capito male, parliamo anche di autobiografia romanzata. Fair play è un bellissimo e brevissimo spaccato sulla vita di due donne, due artiste, che si trovano a condividere un amore di quello autentico. Una vita fatta di piccoli gesti affettuosi inaspettati e silenziosi, di discussioni spesso anche serie, ma il tutto nel rispetto reciproco. Nel riconoscimento pieno della propria libertà e delle proprie idee. Di un amore vero, ma libero.

Rovine, Peter Kuper – Vi ho fatto una testaccia con questa graphic novel, ma vi giuro, la consiglierei a chiunque per i personaggi, per la storia, per la tecnica, i colori e l’ambientazione. Come ho detto già numerose volte, penso sia la graphic novel più bella che io abbia letto quest’anno e voglio ringraziare la mia biblioteca di essere sempre così fornita e farmi risparmiare miliardi all’anno. Rovine è la storia di una coppia alla deriva, che nasconde segreti intimi e inconfessabili, intersecato al viaggio di una farfalla monarca. Questa trama è riduttiva da morire, ma dovete leggerlo perché resterete strabiliarti da quanta arte e cultura e attualità può contenere una graphic novel.

Aristotle and Dante discovers the secrets of the universe, Benjamin Alire Sáenz – Una piacevole lettura e una piacevole scoperta. Ho letto questo libro all’inizio del mese e vi giuro che c’è stato un attimo in cui ho pensato di abbandonarlo. La lettura scorre velocissima, perché molto dialogato, ma la storia non mi prendeva per niente. Poi a circa metà libro, qualcosa è scattato e ho iniziato a volerne sapere di più. Non è alta letteratura, ma rappresenta molto bene le insicurezze, i dubbi, le angosce tipiche degli adolescente. Parla del crescere, dell’imparare ad accettarsi e ad accettare, di imparare ad amare il mondo, sé stessi e chi ci circonda, del sapere perdonare. Il punto forte di questo libro secondo me sono gli adulti: irreali, inesistenti nel mondo vero, ma quello che a qualsiasi adolescente servirebbe. Si parla di un seguito, ma non ne so molto, se avete notizie in merito non esitate a scriverle in un commento!

Da quassù la terra è bellissima, Toni Bruno – Altra graphic novel che ho apprezzato tantissimo. Abbiamo un astronauta russo che non riesce più a volare e uno psicologo americano che potrebbe aiutarlo, ma solo tradendo il suo paese. I disegni sono bellissimi, la trama passa attraverso il periodo della guerra fredda e si intreccia a due personaggi e a due potenze che si incontrano e scontrano e al mondo che sta per cambiare inesorabilmente.

Benone, questo erano tutte le letture affrontate nel mese passato. Avete letto qualcuno di questi libri? Qualcosa vi incuriosisce? Fatemelo sapere in un commento!

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...